Foto Spettacolo Fine Anno 2014

The Gingerbread Man 2014

I bambini che hanno partecipato nello spettacolo/Musical al Teatro Puccini fanno parte del Corso Teatro Inglese “Super Stars” e hanno dai 6 ai 10 anni.

Lo spettacolo è stato scritto e diretto da Miranda Flynn Legge (direttrice e docente dei corsi Teatro Inglese) e i bambini hanno recitato e cantato esclusivamente in inglese!

Gingerbread Man Spettacolo Fine Anno 2014 Ribbet collage 02 Ribbet collage 04

Canzoni Per Bambini In Inglese – Il Segreto

Qual’é il segreto per aiutare i bambini ad imparare l’inglese? La risposta è semplice … la ripetizione!  Il genitore o l’insegnante non si possono aspettare che i piccoli imparino l’inglese senza fare tanta ripetizione.

Detto questo l’idea di costringere un bambino a stare seduto, concentrato, a ripetere parole o frasi in una lingua straniera per ore ed ore come fosse un piccolo pappagallo sembra  una vera tortura, ed allora come si può fare per rendere questo processo naturale e soprattutto divertente?

La parola magica è “Canzoni”! Infatti l’utilizzo di canzoni per bambini in inglese  è il modo ideale per introdurre ai bambini una seconda lingua. Tutti i bambini amano cantare e ballare e sono felici di ascoltare e ripetere la stessa canzone anche di continuo. Le canzoncine (a condizione che siano semplici e ripetitive) coinvolgono i bambini e li aiutano ad apprendere una lingua straniera nel modo più naturale possibile. Inoltre l’uso di filastrocche  e rime divertenti sviluppano le capacità linguistiche e fisiche incoraggiando i bambini ad esplorare il suono delle parole.
Le canzoni semplici da capire e da a cantare sono senz’altro le migliori per i bambini piccoli . E’ controproducente scegliere della musica troppo rumorosa, con un ritmo frenetico  e voci sovrapposte e magari in comprensive.

Ecco un mio esempio : Five little Monkeys Jumping on the Bed – Ovvero Cinque Scimmiette Saltando sul Letto. Una canzoncina inglese molto popolare che propongo spesso ai miei  allievi  in età prescolare per introdurre nuovi vocaboli e nello specifico i numeri.

Happy learning

Miranda

 

La filastrocca è ideale per introdurre i numeri in inglese da 1-5, gli animali e persone (monkey, mummy, doctor), parti del corpo (head) e il verbo di azione (jumping).

Quando insegno inglese alle mie classe uso dei puppazzini di feltro e maschere per raccontare la storia/canzone ma potete anche creare dei finger puppets (pupazzi da dito) e cantare insieme a casa.

 

Il TESTO

Five little monkeys jumping on the bed,
One fell off and bumped his head.
Mummy called the Doctor and the Doctor said,
“No more monkeys jumping on the bed!”

Four little monkeys jumping on the bed,
One fell off and bumped her head.
Mummy called the Doctor and the Doctor said,
“No more monkeys jumping on the bed!”

Three little monkeys jumping on the bed,
One fell off and bumped his head.
Mummy called the Doctor and the Doctor said,
“No more monkeys jumping on the bed!”

Two little monkeys jumping on the bed,
One fell off and bumped her head.
Mummy called the Doctor and the Doctor said,
“No more monkeys jumping on the bed!”

One little monkey jumping on the bed,
He fell off and bumped his head.
Mummy called the Doctor and the Doctor said,
“Put those monkeys straight to bed!”

 

 

Qual’è l’età giusta per imparare una seconda lingua?

Mentre in altre parti d’Europa la discussione verte su quali siano i metodi più efficaci per insegnare le lingue ai bambini più piccoli ed addirittura in Francia si prevedono investimenti considerevoli in tal senso, qui in Italia sembra che non c’è la stessa spinta, soprattutto in termini di risorse finanziarie.

Fra esperti e pedagoghi si discute molto se sia opportuno ed utile introdurre una seconda lingua ai bambini che stanno appena imparando quella madre (3-6 anni). Sembra infatti che tanti corsi o iniziative didattiche si prospettino più come un passatempo “intelligente” piuttosto che restituire risultati soddisfacenti, ma soprattutto durevoli.

Si teme infatti che una volta passato il momento della lezione, per quanto divertente essa possa essere, rientrando poi nella dimensione domestica il bambino dimentichi tutto, a meno che i genitori non continuino a praticarla con loro.

La mia esperienza di insegnante mi dimostra che una leva formidabile per catturare l’attenzione dei bambini e fissare gli insegnamenti nella loro giovane memoria è di associare quanto più possibile la musica agli aspetti ludici. Canzoni e filastrocche accompagnati da ritmiche e melodie allegre e semplici da ricordare mantengono alta l’attenzione per lungo tempo e possono essere rinforzate anche solo inserendo il CD durante una gita in auto. E’ straordinario come alla lezione successiva non ci sia neanche bisogno di chiedere ai bambini l’argomento che abbiamo trattato in quella precedente , sono loro stessi che canticchiando i motivi delle canzoncine ripetono con fierezza le parole che hanno imparato.

(il post è ispirato da questo articolo)